Era il 1954 quando la comunità di Sant'Ambrogio di valpolicella decise di dotarsi di un asilo.

Tutti si strinsero attorno al parroco Don Ulisse Bertoldi per aiutarlo a costruire una struttura che potesse ospitare tutti i bambini del paese. Nell'immediato dopoguerra, con le minime risorse disponibili, ma con la grande caparbietà, la tenacia e la voglia di fare, caratteristiche di queste terre, mettendo da parte l'atavico e noto individualismo, si rimboccarono le maniche e diedero vita ad una struttura moderna, ricca e molto ospitale. Inizialmente, furono le Suore Orsoline che cominciarono ad educare i bambini.

 

1949 Posa della prima pietra 1953 costruzione asilo 1954 festa di inaugurazione

 

Di chiara matrice cattolica, la scuola insegnava la dottrina cristiana e le prime nozioni scolastiche. Negli anni successivi, le suore vennero sostituite da maestre abilitate e la gestione, sempre più impegnativa, venne affidata ad un comitato di genitori.

La scuola si è dotata nel recente passato anche di un asilo nido integrato ottenuto dalla ristrutturazione dell'originario alloggio delle suore ed è diventata scuola paritaria perchè, nei comuni dove non può essere garantito il servizio dalle amministrazioni pubbliche (comuni o stato), queste attivano delle convenzioni con privati che erogano il servizio in loro sostituzione.

 

Le insegnanti delle scuole paritarie, hanno quindi le specifiche abilitazioni, e i percorsi didattici sono medesimi per le scuole pubbliche e private. Negli anni la scuola ha subito varie modifiche e piccole ristrutturazioni per adeguarla alle mutate esigenze.

2000 Inaugurazione nido integrato con la partecipazione del Vescovo di Verona

 

Oggi accoglie circa 120 bambini nella materna e una ventina nel nido. Anche all'estate la scuola organizza giochi e altre attività per i bambini delle famiglie che lo desiderano. Vengono sempre garantiti insegnamento, psicomotricità, servizio mensa, cura e gioco. Caratteristica speciale di questa struttura, è il grande giardino esterno dove nei giorni di bel tempo i bambini possono giocare e correre in libertà e sicurezza.

 

La scuola opera con fondi dello Stato, del Comune, della Regione e delle rette che le famiglie versano.

 

La gestione della scuola viene garantita da un comitato di gestione composto da 5 genitori eletti dall'assemblea dei genitori per un periodo di 3 anni. Ogni anno si sostituiscono 1 o 2 membri uscenti con nuovi entranti. Altri membri sono il tesoriere, il parroco, un membro della parrocchia e uno del comune. A capo del comitato, vi è il presidente. Il comitato gestisce la scuola e, tramite la recente introduzione della figura della coordinatrice, in sostituzione della vecchia "direttrice", ordina e coordina le insegnanti ed il personale inserviente. Nelle 5 sezioni e nel nido, vengono eletti dei genitori rappresentanti, che filtrano le varie esigenze , dubbi, bisogni dei bambini e delle famiglie per portarli all'attenzione del comitato e/o delle insegnanti.

 

Sicuramente dal 1954 molte cose sono cambiate nella società e quindi anche la scuola ha dovuto aggiornarsi e adattarsi alle mutate condizioni socio-economiche. L'arrivo di bambini di diverse etnie, il radicale cambiamento della tipologia di famiglia, il diverso rapporto/approccio con le istituzioni, la diversa attenzione nei confronti della sicurezza, il diverso metodo di insegnamento e di educazione dei bambini, hanno reso la funzione della scuola di primaria importanza nella società e ne hanno altresì aggravato e maggiorato a dismisura oneri e responsabilità connesse.

I genitori, quali membri dell'associazione che attraverso i propri rappresentanti gestisce la scuola, devono essere consci di questa responsabilità, ed offrire la propria collaborazione, per cercare di portare avanti con impegno, serietà, scrupolosità e soprattutto coscienza l'impegno che ci siamo assunti.

AVVISI

Iscrizioni 2017 - 2018
 Sono aperte le iscrizioni per l'anno 2017-2018 sia per i nuovi iscritti che per le conferme!! Per informazioni rivolgersi in segreteria

Archivio »